Piante spontanee officinali: la Piantaggine

Avere una mamma, una nonna o degli amici che conoscono gli usi più comuni di molte piante, specie quelle spontanee, è un vantaggio sotto tanti punti di vista:
– puoi imparare, con la loro compagnia, a riconoscere le piante fino ad avere la certezza di non avvelenarti
– puoi conquistare un nuovo modo di osservare la natura quando passi vicino ai prati incolti e nei boschi
– puoi condividere le tue conoscenze, i tuoi raccolti e i tuoi segreti senza esserne geloso perché la terra e le piante e la natura sono di tutti, e più si conosce e si comprende, meno si teme e si distrugge.

Leggi tutto “Piante spontanee officinali: la Piantaggine”

Decluttering in 70 step veloci e indolori

L’esperimento che ho voluto fare, di decluttering in sette giorni, ha funzionato, ma ho scoperto quanto sia vero che non si smette mai di mettere in ordine per dare una logica al proprio spazio, poiché una volta finita la lista raccontata nei post precedenti, ho praticamente potuto ricominciare da capo, andando sempre più a rovistare fra le piccole inutilità fra gli altri mestieri quotidiani.
Però mi sono ritrovata a riusare cose che credevo perdute e che forse avrei ricomprato, quindi ho ridotto gli acquisti e ho imparato anche a riparare tutto ciò che si era rotto, scambiando poi con gli amici ciò che non mi serviva più.

Leggi tutto “Decluttering in 70 step veloci e indolori”

Una settimana di decluttering: Giorno #4

Anche i disordinati cronici, ad un certo punto, provano il desiderio di mettere a posto. Perché succede questo? “Mettere in ordine la casa significa muovere gli oggetti da un posto ad un altro. Quando pensiamo a dove metterli, a come posizionarli, gli diamo automaticamente un senso – scrivono gli autori della ricerca – tramite questo processo, le persone costruiscono confini simbolici. Tracciano le linee guida del loro ambiente domestico, dove vivono e hanno interazioni”.
Dall’articolo Disordine aiuta ad affrontare le avversità della vita

Leggi tutto “Una settimana di decluttering: Giorno #4”

Sacchettini di Lavanda per profumare la vita…e l’armadio

Un paio di mesi fa s’è fatta la raccolta della Lavanda in giardino. Certo non si immaginava che quei cinque arbustelli comprati al mercato diventassero nel giro di pochi anni una fila di veri e propri cespugliazzi, eppure… la raccolta è stata molto fruttuosa, una grande abbondanza di fiori in piena fioritura e in piena espansione del loro profumo, con in più la bellezza di trascorrere un pomeriggio diverso dagli altri.
Poche settimane dopo, ché la lavanda si secca in fretta, ecco che ho sbriciolato i fiori separandoli dai gambi secchi e ne ho fatto dei graziosi sacchettini per profumare l’armadio.

Leggi tutto “Sacchettini di Lavanda per profumare la vita…e l’armadio”

Ceci n’est pas un Cece

Quest’anno nel mio orto, per imparare a fare la contadina, ho seminato e piantato di tutto. Giorno per giorno le piante si sono rivelate una scoperta, e legumi in particolare sono stati i protagonisti dell’estate: fagioli, piselli, fagiolini e soprattutto i ceci mi hanno dato grandi soddisfazioni, sia perché richiedono poche cure, sia perché producono per un lungo periodo tanti frutti buoni e sani.
Leggi tutto “Ceci n’est pas un Cece”

Chi semina raccoglie, chi raccoglie semina

E insomma, da quando sono affogata nell’amore per le piante, seguendo il loro corso dalla nascita alla morte, non ho potuto fare a meno di stupirmi di fronte al susseguirsi dei loro cicli, da quando timide foglioline spuntano dalla terra, a quando i primi fiori cominciano a fare capolino e le radici mangerecce si ingrossano, e poi i frutti, qualunqui essi siano, e infine i semi.

Leggi tutto “Chi semina raccoglie, chi raccoglie semina”

Un bottino niente male: guerrilla gardening alla rovescia

Ci sono tante cose che accadono quando si vive a stretto contatto con la natura. Prima fra tutte, ci si può scoprire perdutamente innamorati di una piantina appena nata in una mattina all’alba, o si possono trascorrere giornate intere chinati a strappare erbacce senza mai guardare l’orologio, e la goduria aumenta quando si riesce a osservare da vicino ogni singolo dettaglio dei cambiamenti che si susseguono, giorno dopo giorno, in ogni stagione.

Leggi tutto “Un bottino niente male: guerrilla gardening alla rovescia”

Aloe Vera contro le bruciature

Bello andare al mare per un weekend, rilassarsi, fare il bagno, mangiare e bere tanto e bene, leggere, addormentarsi, farsi cullare da un’amaca azzurra, lasciare che gli occhi si perdano nel panorama, annusare l’aria e il vento, ascoltare le cicale e il fruscio delle foglie, farsi pungere dalle zanzare e flappeggiare insieme a una farfalla nera, sognare e ridere, guardare il tramonto e poi l’alba, sorseggiare caffè e tè alla menta, tagliare rametti di rosmarino per la focaccia, bagnare le piante, montare una tenda, dimenticarsi del cellulare, scattare foto di sorrisi e sguardi, affondare nei pensieri…
E però poi, una volta a casa, che dolori!

Leggi tutto “Aloe Vera contro le bruciature”