FAI DA TE: vetrate da chiesa per la festa di Halloween

L’anno scorso mi è capitato in più occasioni di allestire il KyoCafé per vari eventi, e la festa più bella di tutte, nonché la più soddisfacente per la mia fantasia, è stata quella di Halloween: con materiali di recupero, cartoncini e carta velina colorata, ho creato un ambiente davvero lugubre riempiendo il locale di pipistrelli, teschi e zucche spaventose, a costo quasi zero e con tanto divertimento.
Leggi tutto “FAI DA TE: vetrate da chiesa per la festa di Halloween”

FAI DA TE i simpatici uccellini di stoffa Pick-a-Boo

E insomma, in questi giorni mi sto dando alla mega produzione di oggetti per la mia gallery di Dawanda, e l’ultima creazione si chiama Pick-a-Boo, una fila di nove uccellini di stoffa da appendere a una finestra o a una parete, romantici e colorati, un po’ buffi e storti, un gioco divertente per riciclare stoffe e giocare nei pomeriggi di primo autunno.

Leggi tutto “FAI DA TE i simpatici uccellini di stoffa Pick-a-Boo”

Del rieditare i vestiti e del potere della tecnologia

Questa ve la devo raccontare: nei giorni scorsi mi sono decisa a rieditare alcuni capi d’abbigliamento che avevo comprato anni fa, bellissimi ma fuori misura o troppo eccentrici, come una maglietta da folletto marrone, via di mezzo fra l’assurdo e lo strambo, e un paio di pantaloni coloratissimi ma troppo lunghi per poterli indossare senza tacchi.

Leggi tutto “Del rieditare i vestiti e del potere della tecnologia”

La confettura di Prugne come la faceva la Nonna

Della mia nonna materna, che ho vissuto solo fino ai sette anni, ho moltissimi ricordi. Amava creare con me regalini per la mia mamma con materiali di recupero, collage fatti con le mille carte delle uova di Pasqua messe da parte negli anni, e mi insegnava piccoli segreti su come divertirmi in mezzo alla natura, usando per esempio rami di Sambuco come cannucce per soffiare le bolle di sapone, o pressando i fiori di campo in mezzo alle pagine dei libri per poterli ritrovare un giorno, negli anni a venire. Riciclava, risparmiava, non sprecava nulla, era una Giusta.

Leggi tutto “La confettura di Prugne come la faceva la Nonna”