gesti microscopici ma atroci (secondo me)

Edit: qualcuno mi direbbe: “Ora leggiti il libro Come sgravarsi di tutti i mali del mondo e vivere felici lo stesso, ok?”.
Non vorrei, con questo post, aver peccato di presunzione o di maestrineria, perciò mi giustifico: sono talmente piena, letteralmente gravida di idee e pensieri e cose da scrivere, da ritrovarmi a volte a non sapere quale pesce pescare in questo guizzante mare di pensieri. Insomma, non voglio deludermi/vi. Ok, basta così, buona lettura.

Prima di tutto questo (la vita a impatto 1, il vegetarismo, devo elencare tutto?) facevo tante piccole cose atroci.
Una volta mi sono lasciata leccare le dita da un vitellino per poi mangiare la carne del suo fratello senza pensare, senza fare associazioni.
Quando stazionavo nel bagno dell’ufficio lasciavo scorrere litri d’acqua per coprire i miei rumori.
Mi sono commossa più volte davanti a un animale che muore fra le mie mani (un pulcino, una talpa, una formica), o a un documentario nella savana, per poi lasciarmi trascinare dalla golosità di un cheesburger sbavoso.
Quando il pescatore di Figino con cui mi fermavo a chiacchierare da piccola tirava su dall’acqua un pesce guizzante e terrorizzato, io esplodevo in una urlante crisi isterica finché lui non lo ributtava in acqua. Però che buono, il sushi.

Leggi tutto “gesti microscopici ma atroci (secondo me)”

Il 2050 è oggi

Il mondo sta cambiando, e le previsioni non sono affatto buone. Negli ultimi cent’anni l’inquinamento, la tossicità delle grosse industrie e lo spreco di risorse hanno portato il nostro pianeta sulla breve via dell’inospitalità.

Gli oceani sono acidi, i ghiacciai si sciolgono, la concentrazione di CO2 nell’aria è sempre più alta. Per non parlare delle isole di rifiuti galleggianti, delle discariche a cielo aperto, degli allevamenti intensivi e dell’inquinamento prodotto dal singolo con detersivi, benzina, scelte di vita impattanti.

No, la Terra non è più quella che conoscevamo quando vi siamo “approdati”. Lo sostiene anche Bill McKibben in Terraa: “questo pianeta che non è più lo stesso e va rinominato”.

Leggi tutto “Il 2050 è oggi”

Il conto nella Banca Etica

Da qualche giorno ho trasferito il mio conto presso Banca Etica, la banca che opera nel sociale e nell’economia solidale, oltre che nell’ambiente e nel volontariato, e risponde alle esigenze di cittadini responsabili che cercano la giustizia e il rispetto dei diritti umani.

Banca Etica segue i principi della Finanza Etica e permette ai risparmiatori di investire su attività strettamente legate alla responsabilità sociale e ambientale.

Leggi tutto “Il conto nella Banca Etica”

Meno 15 giorni, conto alla rovescia

Mancano 15 giorni esatti all’inizio del mio progetto che durerà un anno. Nei mesi a seguire racconterò questa esperienza passo passo. Con il vostro aiuto, il progetto evolverà sicuramente verso mete inaspettate.
Mi chiedo anche come sarò fra un anno esatto, a 15 giorni dalla fine dei giochi. Sono sicura che molte nuove abitudini resteranno mie, mentre le vecchie saranno ridimensionate, avranno un altro aspetto e valore. Ma per il momento mi voglio godere il presente. Prima di tagliare con i miei vizi (smettere di fumare e fare shopping), di modificare la mia dieta (da vegetariana a vegana), di adottare nuovi comportamenti.
Leggi tutto “Meno 15 giorni, conto alla rovescia”

Vita a impatto 1, manca poco al 2011

Sì, mancano pochi giorni al 1° gennaio, giorno d’inizio di questo progetto. Nel corso di un anno ne troverò, di cose da raccontare. Idee balzane, dubbi, curiosità, esperienze nuove, abitudini diverse.
Leggerete suggerimentipassi e progressi. Nei mesi a seguire coinvolgerò persone ed enti, darò voce a case history e documenterò attraverso fotografie, decaloghi e post.

Le pagine del sito raccoglieranno le regole, le informazioni sulle mie intenzioni e i suggerimenti alternativi al mio stile di vita.

Procederò per gradi, mi informerò su tutto ciò che interessa un percorso possibile, che non comporti spese esagerate né sacrifici, quindi alla portata di tutti e nient’affatto difficile né doloroso, se sostenuto da consapevolezza, etica e desiderio di cambiamento.

Comincia il conto alla rovescia, allora.
A presto.

Follow FBTw