Gatti a impatto 1

Oggi lo posso dire: i miei gatti sono a impatto 1!
Sarebbero a impatto ancora più basso se fossi riuscita nell’intento di istruirli a cacare nel mio water, ma niente.
Ma dopo tentativi e ricerche ho trovato soluzioni etiche, sostenibili, ecologiche, non sempre comodissime ma ottime da tutti i punti di vista.

Leggi tutto “Gatti a impatto 1”

Una sbuba niente male

Questo è un piatto tutt’altro che estivo, ma è da più di dieci giorni (da quando Pisapia è sindaco di Milano) che piove ininterrottamente, e le temperature si sono abbassate notevolmente. Massì.
Così, ispirata dal post di @Tostoini e dalla fame che mi stava assassinando, ho svuotato barattoli, lessato ceci, fatto fuori verdure sul punto di morte, strappato foglioline dal mio “orto” per produrre questa sbuba niente male, rossa e forse un po’ sempliciotta, ma tanto gustosa e “riempitiva”.

Ingredienti: cose che avete in frigo e che stanno per morire.
Io ho riesumato: porro, pomodori rugosi, sugo di pomodoro in una bottiglia lasciata a metà, pomodori secchi sott’olio da mesi, ceci secchi lessati, olive taggiasche, prezzemolo del mio mini orto, paprika e pepe a piacere.

Niente di marcescente, sia chiaro. Mica dobbiamo morire di botulino. Ma cominciare a svuotare il frigo è il primo passo per ridurre gli sprechi e prendere (perché no?) la via della vita senza frigorifero che @tascabile ha scelto di cominciare da poco [come farò con la pappa per i mici che di solito surgelo, non so. Qualcuno suggerisce di nutrirli a croccantini vegani].

Leggi tutto “Una sbuba niente male”

Meat-Free Monday in a National Vegetarian Week

Quale occasione migliore se non la National Vegetarian Week per sperimentare, oggi che è lunedì, il Meat-Free Monday promosso da Paul McCartney?
Nel Regno unito si celebra dal 23 al 29 maggio la Settimana nazionale dei vegetariani, una serie di eventi per incentivare un’alimentazione sana, ecologica, varia e cruelty-free.

Paul invece, vegetariano da molti anni, con la frase “La vita di un pesce è importante per se stesso quanto la mia per me” dice tutto.
La sua iniziativa suggerisce di non mangiare carne (né pesce) per almeno una volta alla settimana (di lunedì), un gesto semplice, ecologico, etico, che può farci scoprire risvolti inaspettati: perché non organizzare una cena con gli amici tutta vegetariana?

Perché?
Cambiare un’abitudine, compiere una scelta diversa dal solito, scegliere un tragitto diverso da quello quotidiano, sono cose che possono riaccendere la mente, la curiosità, la consapevolezza di noi stessi e di ciò che ci accade intorno.
Basta una piccola scintilla per accendere un enorme falò. Io ci credo.

Voi no?

E allora, buona settimana vegetariana a tutti!

Ristorante Les Halles - Zurigo

Farfalle, zucchine e piselli

Questa è una ricetta super: la Pastasciutta di Mezzanotte.

Oh, come suona bene la parola pastasciutta. Mi ricorda l’infanzia e i maccheroni quelli piccoli col pomodoro, da pizzicare su dal piatto con ditine ingorde e ancora poco prensili.
La pastasciutta, quella che se la mangi a mezzanotte ti fa ingrassare più di ogni altra cosa, che servirebbe un’ora di corsa per smaltirla, quella che mangi direttamente dalla pentola ustionandoti l’anima, che riempi di tutte le spezie e resti di frigo possibili e che si accumula tutta su pancia e chiappe, inesorabilmente.

Questa sera ho cucinato la Pastasciutta di Mezzanotte perché avevo una gran gola di quei piselli comprati al mercato e sgusciati bacello per bacello, o per meglio dire “sbacellati”. Ma saranno già di stagione? Mah.

E poi le zucchine, uh, le zucchine che sanno di orto (o almeno a me sembra), affettate sottili e saltate insieme alla cipolla rossa e niente più.

Volete la ricetta?

Leggi tutto “Farfalle, zucchine e piselli”

Violenza di legumi e musica a impatto 1

Violenza di legumi per il mio pranzo della domenica.

Ho bollito un bel po’ riso e lenticchie per la pappa mia e dei mici.
Poi li ho mixati in un’ottima sbuba di carne trita e verdure a cubetti (per i mici).
Per me invece ho fatto un mix  con sugo di pomodoro, piselli, cipolla soffritta e pomodorini secchi sott’olio a striscioline.
Una buonezza.

Solo, mi chiedo: Leggi tutto “Violenza di legumi e musica a impatto 1”

Un menù che me lo invidio pure io

Questa sera ho mangiato da regina. Pur avendo cucinato io.
Una cena completamente vegana, a basso costo, non molto a km0, ad alto tasso di gusto!
Siccome vado in paranoia, quando ho ospiti…parentesi, quando mangio sola mi accontento di sbube insipide e stracotte di cereali vari e confusi, ma quando sono in compagnia ho sempre il terrore di avvelenare qualcuno, chiusa parentesi.
Siccome vado in paranoia, ripeto, questa sera ho voluto sbizzarrirmi con un po’ di spesa oculata (e veganissima!), e ho prodotto un bellissimo Primo e un’insalata Dellamadonna, come dicono da noi.

Ecco le ricette per voi, che a raccontarvele mi lecco ancora i baffi.

Leggi tutto “Un menù che me lo invidio pure io”

Riiba, biscotti vegani come quelli che fa Labna

Questi biscotti si chiamano Riiba e sono originari di Tripoli.
L’idea è saltata fuori da Elisabetta che ha visto il post di Jasmin che ho conosciuto tempo fa in occasione dell’incontro con Voiello (sì, quella nel video sono io), ricordate?

Bene, Jasmin aka Labna è una foodblogger coi controfiocchi, e nel suo blog, oltre a trovare ricette molto varie, potete anche lustrarvi gli occhi per la bellezza delle fotografie.

Leggi tutto “Riiba, biscotti vegani come quelli che fa Labna”

Falafel “alla “Kika” (ovvero: usa quello che hai in casa)

Cazzeggiavo tra una lenticchia e un chicco di riso, e mi è venuta voglia di imparare a fare i Felafel, che esistono in molte varianti: con i ceci, con le fave, con un mix di legumi, con lievito, senza lievito e così via.

Oramai so che mi ci vogliono un tot di esperimenti prima di arrivare a un risultato buono.
Perciò come primo tentativo ho cucinato la variante “alla Kika”, che recita così: non avrai altro cibo al di fuori di questa casa. Ossia, arrangiati con ciò che hai in dispensa.

Leggi tutto “Falafel “alla “Kika” (ovvero: usa quello che hai in casa)”

Cena vegana: Mafalde col sugo infedele di noci

Ecco un altro piatto di pasta, parte del menù vegano cucinato stasera a casa della cara Vanessa.
Però poi, basta pasta: prossimamente vi proporrò nuove ricette di verdure e legumi, con pasta brisé, salse e varie. Ma anche dolci di vario genere, per variare un po’.

Questa è una ricetta poco fedele a quella della Salsa alle noci da cui ho preso spunto, infatti ha molti meno ingredienti, ma è comunque venuta molto buona. Un po’ acidula, forse il succo di un limone intero era troppo. Meglio mezzo.

Leggi tutto “Cena vegana: Mafalde col sugo infedele di noci”