Polpettone genovese alla Selz

Qualche giorno fa ero a fare un giretto a Genova, e sono stata attratta, oltre che dalla buonissima Pànera e dalle molte fragranti focacce, anche da questo famigerato polpettone genovese, presentato in molte varianti, tra cui quella vegetariana.

Così, come faccio di solito, ho letto la lista degli ingredienti e il procedimento, e poi ho inventato una mia versione (mica poi così speciale).

Ecco la mia ricetta:
– 500g di patate
– 1/2 kg di fagiolini
– 1 uovo
– pan grattato
– abbondante cipolla
– un grosso spicchio d’aglio
– 6/8 noci triturate
– spezie e aromi a piacere (maggiorana, curry, timo, ma anche paprika o curcuma)

Lessate le patate e i fagiolini separatamente, poi schiacciate le patate in una terrina e lasciatele intiepidire.
Preparate un soffritto con cipolla, aglio (tritato o a pezzi grossi da eliminare in seguito) e un goccio d’acqua, poi aggiungete i fagiolini tagliati grossolanamente e fate saltare per qualche minuto.
Unite poi i fagiolini alle patate e lasciate ancora intiepidire. Aggiungete poi l’uovo, il sale e le noci, mescolate e versate in una terrina.
Livellate l’impasto con una spatola, poi cospargetelo di pan grattato (e se volete anche un po’ di parmigiano) pressando delicatamente con le mani, e in ultimo un filo d’olio.
In forno a 180° per circa mezz’ora.
Di solito viene servito con pinoli e foglie di basilico, e a me piace cuocere un po’ di fagiolini in più da aggiungere come contorno.

Questa ricetta è talmente facile e buona che, anche se ancora la sto perfezionando, credo che diventerà uno dei miei “piatti forti”.
La cosa bella è che quasi quasi potrei riuscire a prepararla con ingredienti a chilometro zero, sempre che il pino marittimo che sta crescendo qui di fianco a casa si degni di produrre pinoli, prima o poi.

Ed ecco. :-) Bon appetit!

Schermata 2017-02-26 alle 20.17.10

`Share the ideas you like`

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*