I dieci comandamenti dell’apicoltore

Direttamente da una delle lezioni di apicoltura, ecco il decalogo dell’apicoltore, i suoi comandamenti, da rispettare e onorare con precisione e puntualità.

Impara la biologia dell’ape: è importante per distinguere i componenti della famiglia, le loro funzioni e qualità e per distinguere un’ape sana da una che presenta sintomi di patologie
Visita periodicamente il nido ma con rispetto e senza tergiversare. Ogni visita deve essere mirata, breve e utile a verificare la salute della famiglia di api. Troppe visite potrebbero causare sciamature o saccheggi.
Nel dubbio chiama un esperto. Troverai da subito apicoltori e tecnici disponibili e disposti a dare consigli e aiuto.
Nel dubbio elimina: la peste americana è una delle malattie più distruttive per le api, ma per fortuna è piuttosto rara. Si combatte solo uccidendo l’intera famiglia e bruciando telai, cera e api.
Puoi forzare le api solo quando ci sono le condizioni ottimali per farlo. L’equilibrio della famiglia è determinato da molti fattori: se una famiglia è debole, ogni forzatura a una maggiore produzione danneggerebbe soltanto api e apicoltore.
Tieni sotto controllo i vicini: sono importanti i buoni rapporti, soprattutto quando si tratta di recuperare uno sciame scappato. Per fortuna l’apicoltore ha diritto a inseguirlo anche all’interno di aree private, per poter così ridurre il danno e il disturbo, e conoscere il vicinato e soprattutto gli apicoltori limitrofi è utile anche per scambiarsi http://www.cialisgeneriquefr24.com/cialis-ordonnance/ informazioni, aiuti e competenze.
Impara a riconoscere e non provocare il saccheggio. Mantieni pulita la postazione, tieni equilibrato il numero delle famiglie di api in modo che non ci sia troppa discrepanza fra una famiglia e l’altra, aiuta le api più deboli a proteggersi dai saccheggiatori.
Cura la salubrità e la pulizia della postazione: il disordine, i materiali nei magazzini dove le api hanno libero accesso possono provocare saccheggi e veri e propri attacchi agli edifici.
Che alle famiglie non manchino mai miele, polline e scorte invernali di buona qualità. L’apicoltore ha il compito di contribuire alla buona salute delle famiglie fornendo loro ciò di cui hanno bisogno per la sopravvivenza e per superare le stagioni più faticose. Malnutrire le api per risparmiare qualche soldo può solo significare la perdita delle famiglie.
Da’ il tuo contributo alla selezione senza pietà: scegli le api migliori, più sane e meno soggette a patologie, favorisci le famiglie più floride e non cercare di recuperare quelle troppo deboli o malate solo perché ti dispiace per loro. Segui i giusti criteri dell’apicoltura perché il tuo https://www.acheterviagrafr24.com/acheter-viagra-qualite/ prodotto sia completamente sostenibile dal punto di vista sociale, ecologico, sanitario, economico, etico.

In questa foto, Ivano l’apicoltore di Bricco del Miele e noi aspiranti apicoltori durante un’uscita pratica per parlare della sciamatura. Presto aggiornamenti. :-)

13096355_916553708443890_4650382581696107698_n

`Share the ideas you like`

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*