Cose che si imparano: del broccolo non si butta via niente

Autunno, stagione dei cavoli: cavolo romano, cavolfiore, broccolo, cavolo nero, cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolino di Bruxelles ecc. Il broccolo al momento in casa mia è il più quotato, e spesso lo preparo con la pastasciutta: un bello spicchione d’aglio, abbondante olio, tutto saltato in padella e poi una spolverata di pepe. Una buonezza.


MA l’altro giorno ho preso un caziatone. Di solito non butto via il gambo, soprattutto le parti più sottili, i gambetti: li taglio a fettine e li cuocio insieme al resto. Di solito.

IMG_0056

Questa volta invece mi sono distratta (sempre perché spesso manco di amore e attenzioni quando cucino) e ho usato solo la testa del suddetto, e il mio amico Gianni mi ha dimostrato come il gambo intero si possa gustare anche crudo.
Basta tagliarlo a fettine ancora più sottili e condirlo con olio, aceto, sale e pepe.

IMG_0058

Un aperitivo leggero e pizzicantino da assaggiare mentre si aspetta la pasta broccolona, che è la passione mia e che, già che ci siamo, vi dico come si fa:
servono aglio, broccolo, olio, brodo vegetale, sale, pepe. Come sempre non indico le quantità, perché per certi piatti si può, e si deve, fare secondo il proprio gusto.

Mentre cuoce la pasta, saltare in padella per un minuto gli spicchi d’aglio con l’olio, aggiungere il broccolo tagliato a tocchetti e saltare qualche minuto (se volete usare anche il gambo, fatelo cuocere un po’ prima di aggiungere il resto del broccolo).
Sale e brodo fino a che il tutto non è asciugato e cotto.
Una volta pronta la pasta (meglio scolarla un minuto prima della cottura), aggiungerla ai broccoli e saltare ancora perché i sapori e i profumi (chiamiamoli profumi) si amalgamino.
Quando è pronta, spolverare con abbondante pepe e GUSTARE.
Di solito si aggiunge anche un po’ di acciuga, e io propongo di sostituirla coi capperi. Spero che non si drizzino i capelli in testa a nessuno, anche perché vale la pena provare.

Facile, no? Avete ricette alternative, più complesse o più buone? Raccontatemele, e buon appetito!

4 risposte a “Cose che si imparano: del broccolo non si butta via niente”

  1. Anc’io la faccio questa pasta! A casa mia si chiama “pasta Giordano” perchè l’ho imparata dil mio suocero, che si chiama così, però non sapevo quello dil gambero! proverò :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *