Risotto bislacco scopiazzato ma vegan

C’è che a me i colori piacciono, e le composizioni colorate ancora di più.
Succede che oggi mi è capitato di vedere la foto di questo risotto viola su tovaglia blu e rossa e barbapapà fuxia, e di leggermi la curiosa ricetta.
Succede che nel mio frigo c’era da due settimane un cavolo rosso biologico PERFETTO per questo piatto, manco l’avessi fatto apposta, che se aspettavo un’altra settimana quello scappava sulle sue proprie gambe.
Bene, dopo il lavoro son corsa a casa a provare, per tre motivi: avevo fame, avevo il cavolo,  avevo tutti gli altri ingredienti.
No, non proprio tutti, ho solo fatto la variante vegana con l’olio (e un po’ di margarina) al posto del burro e del parmigiano, ma il risultato è stato comunque ottimo!

Ecco la ricetta: si stufa il cavolo tagliato a listarelle. La scelta è se stufarlo in pentola per un’ora e mezza o se metterlo in forno a microonde a bomba per dieci minuti con un po’ d’acqua e avere lo stesso risultato.
Indovinate quale delle due cose ho fatto?
Poi, mentre il cavolo lessa, si butta il riso nell’olio caldo, si gira senza farlo attaccare fino a che i chicchi diventano trasparenti e poi si sfuma con vino bianco. Si aggiungono acqua e sale, niente brodo, e a fine cottura si aggiunge il cavolo frullato e una manciata di semi di cumino tostati e macinati col pestello.

Non vi dico che BUONEZZA. Provare per credere.

Grazie mille a Artemisia per il suo Risotto bislacco al cavolo rosso e cumino e per la splendida foto.

7 risposte a “Risotto bislacco scopiazzato ma vegan”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *