San Valentino eco, per favore

Ecco, dico, se proprio dovete festeggiare San Valentino, fatelo in modo ecologico. Niente baci perugina, niente scatole di cioccolatini comprate all’ultimo momento, niente fiori recisi.

Fate un gesto d’amore globale, non solo per la persona che vi sta accanto, ma anche per il pianeta e gli altri esseri umani fuori dal centro del vostro mondo sdolcinato.
Regalate, per esempio, una pianta in vaso da interrare quando sarà stagione, una cena in un ristorante bio, un weekend in un agriturismo sostenibile, se volete strafare.
Le idee per stupire sono migliaia: dalle scarpe compostabili agli eco-sex-toys come i frustini sadomaso fatti con camere d’aria riciclate o i preservativi equi e solidali, dall’elettronica a energia solare ai gioielli di carta, dal gioiello equo e solidale all’oggetto usato.

Per favore, per favore! Se San Valentino è importante per voi, ricordatevi (che anche per me è importante evitarlo come la peste) di condirlo, oltre a tutti i bei sentimenti che provate, anche con idee e propositi utili e positivi e soprattutto green.
Grazie e arrivederci.
:-)

3 risposte a “San Valentino eco, per favore”

  1. io ho preparato con le mie manine, usando tutte cose che avevo già in casa, un dolce, Staremo in casa, abbracciati sul divano, guarderemo un film, oppure semplicemente dormiremo un pò insieme, abbracciati vicini, fino a quando poi lui dovrà tornare a casa.
    Semplice, bello economico, perfetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *