Fajolada di Terence Hill

Penso sempre con grande gola alla scena di “lo chiamavano Trinità” in cui Terence Hill si scofana una padella di fagioli col cucchiaio di legno, quando apro un barattolo di fagioli e comincio a cucinare.
Naturalmente poi li mangio alla stessa maniera, ma uso la stessa voracità soltanto quando nessuno mi guarda.
Oggi ho preparato questa pasta con fagioli, seitan e sugo di pomodoro, ingredienti non proprio di stagione ma tutti biologici.
La ricetta è semplice, bisogna soffriggere la cipolla con il seitan tagliato finissimo, aggiungere i fagioli, farli bruciacchiare un po’ e completare con il sugo di pomodoro in abbondanza, con sale, zucchero, paprika in quantità e peperoncino.
Poi si scola la pasta un minuto prima e si salta in padella terminando la cottura.
Niente di più maiale in una sera fredda come questa.
Buon appetito a tutti!

3 risposte a “Fajolada di Terence Hill”

Rispondi a Maltagliati Diversi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *