A me mi piace mangiare bio

Allora, è ormai un po’ di mesi che Il Buonessere mi manda a casa un bel ragazzo con la sua scatola di frutta e verdura bio, ogni due settimane, di giovedì.
E questo comporta che io sia obbligata a cucinare in qualche modo tutta la roba (buona) che mi viene consegnata, sia per rispetto per il cibo in generale, che per il fatto che si tratta di raro e saporito e deperibilissimo cibo che non contiene pesticidi, è più o meno di stagione e a km quasi zero. Dico più o meno perché mi vengono consegnate anche delle banane, ma sono eque e solidali perciò il mio senso di colpa per le emissioni dei trasporti subisce un sincero diminuendo.
Così a volte quando mi degno di cucinare per le persone a me care (ché, se fosse per me, lesserei tutto e aggiungerei al massimo sale e olio), mi capita di provare ricette sperimentali e curiose, e questo lo devo al fatto che quando c’è da cucinare per qualcuno il mio senso civico si risveglia e la necessità di proporre sapori e pietanze una minima originali rende spontaneo ogni mio gesto fra i fornelli, insomma: non mi piace deludere i miei ospiti e cucinare non mi pesa.
Al massimo li deludo perché non gradiscono qualche abbinamento, ma io comunque posso dire di averci messo del mio, e questo so che vale. Sì?

Così qualche sera fa ho fatto il radicchio in padella che di solito, siccome è molto amaro, viene proposto con l’uva passa che non avevo, e che ho invece addolcito con una mela a tocchetti, sempre bio, rossa come quella di Biancaneve.
Risultato? Yeah.

Settimana scorsa ho cucinato della cicoria con tofu a tocchetti e, amarissima anche lei, l’ho accompagnata con un po’ di hummus sul pane. Una delizia.

Stasera invece ho propinato all’ospite di turno un risotto con i funghi tutto bio: bio erano i funghi, bio le carote e il porro per il soffrito, e quasi quasi era bio pure il vino e pure io.


Questo per dirvi cosa? Che ci sono un sacco di lati positivi nell’avere una consegna periodica di vegetali biologici direttamente a casa:

  • te li porta sempre qualcuno di gentile e carino
  • conosci prodotti della natura che forse prima non conoscevi (vedi: il mapo)
  • la community su FB è molto attiva ed è bello scambiare ricette e battutine
  • cucinare diventa divertente: le carote sono coloranti, le zucchine sanno di zucchina, le bucce e gli scarti si possono usare per altre ricette a impatto (quasi) zero
  • se vuoi puoi fare il crudista
  • aprire la scatola dei prodotti è un po’ come quando è Natale
  • te lo invidiano tutti
  • i prezzi sono sostenibilissimi

E cosa chiedere di più? Io, niente.

7 risposte a “A me mi piace mangiare bio”

  1. Eh eh, anche io ricevo la mia cassettina tutte le settimane! Non lo stesso servizio perchè qui a Pavia non arriva: io sono con Bioexpress, che è un po’ meno km zero (ma c’è da dire che essendo la bassa padana, qui, zona estremamente inquinata, non mi dispiace che la mia verdura bio arrivi dalla montagna…)
    Ho già passato la voce a parecchie persone ed è proprio vero che si mangiano cose diverse dal solito e si è spinti a inventare cose nuove per consumare tutti i prodotti che arrivano!

  2. Io ho il mio fornitore ufficiale….mio suocero :D
    Se l orto produce tanto faccio scorte cucinando e surgelando( tipo le vellutate)
    Se produce poco… Scongelo ;)
    Ora sono invasa da cavolfiori e broccoletti!!!!

  3. Ciao Vita!
    Avevo visto il buonessere su internet ma non l’ho mai provato, mentre l’anno scorso ho provato bioexpress e mi sono trovato bene. Poi ho iniziato a servirmi da Corbari (http://www.corbaribio.it/) a Cernusco sul Naviglio, la sua non è agricoltura biologica, è di più. Penso rientri nella categoria biodinamica. Adesso è un mesetto che non vado, in genere fa pausa di due mesi da Natale a fine febbraio.
    È vero che si scoprono tanti prodotti nuovi! Come il sedano rapa, il cavolo rapa, il sedano svedese, il cavolo nero e molte erbe spontanee (non da fumare eh!).
    Il meglio comunque sarebbe in effetti avere un suocero, o un padre che coltiva :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *