Una cena vegana da leccarsi i baffi

L’altra sera ho avuto a cena due cari amici tutt’altro che vegani. Posto e considerato che ultimamente la mia vita vegana si è ridotta alle quattro mura di casa (in particolare per una mia mancanza di organizzazione per i pasti fuori), nel mio frigo non troverete mai latticini o uova. Al massimo un qualche budino biologico fatto con latte di mucche felici o di soia.

Così ho preparato per loro una cena interamente vegana. Certo, le mie porzioni sono sempre poco azzeccate in proporzione agli appetiti, ma abbiamo mangiato a sufficienza e bene, provando prodotti locali, biologici, di stagione in tutte le salse.
Poi, una torta di mele portata da loro e vino rosso in quantità.

Zuppa di legumi:
Una zuppa di legumi secchi da far bollire per una quarantina di minuti con un abbondante soffritto di porro, scalogno, cipolla e aglio e da condire con un filo d’olio, pepe e paprika.

Spezzatino di muscolo di grano:
Nella salsa di pomodoro ho fatto sobbollire un barattolo di fagioli azuki bio, una foglia di alloro e pezzettini di muscolo di grano e di pomodori secchi, per farne un saporitissimo spezzatino.
Paprika, peperoncino e sale per finire.

Verdure stufate:
Radicchio, porro, pomodori secchi, capperi, una cipolla e un po’ di brodo in una padella larga per una ventina di minuti.

Insalatina:
Cavolo cappuccio, radicchio, scalogno, porro a rondelle, sementi varie. Come condimento, un cucchiaio di tahina, senape, olio sale e aceto balsamico.

Vi aspetto per la prossima cena? ;-)

5 risposte a “Una cena vegana da leccarsi i baffi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *