Risotto Cantonata


L’altra sera, tornando a casa, ho avuto per tutto il tempo sogni di risotto al radicchio. Facevo mente locale sugli ingredienti mentre la metropolitana mi trasportava veloce e io pregustavo le porzioni abbondanti che avrei preparato per me sola, per farne una scorpacciata epica.
Così, una volta arrivata, mi sono messa a spignattare.
Olio per il soffritto con carote, porro, cipolla, scalogno e sedano, e poi giù un bel paio di manciatone di riso.
Purtroppo però ho scelto quello sbagliato, fra le varietà a disposizione, più precisamente ho usato il Basmati.

Tutti conoscerete il suo odore caratteristico, che ben si sposa con le cene cinesi o indiane fra spezie e salse da mischiare, ma che non ha nulla da spartire con il risotto al radicchio che mi aspettavo io.
Incazzatissima, sono andata avanti nella cottura, sfumando con vino rosso, mischiando con brodo vegetale fino a cottura e aggiungendo infine la montagnola di radicchio bio tagliato fine.
Per non saper né leggere né scrivere ho aggiunto, rassegnata a una ricetta tanto diversa, paprika e curcuma in abbondanza, così che la mia delusione fosse almeno un po’ speziata.
Risultato? Un bel Risotto Cantonata, pessimo in apparenza, ma gustoso se servito freddo, cosa che ho scoperto il giorno dopo quando ho estratto la mia schiscetta con un’espressione di disgusto e l’ho proposto alle colleghe che, invece, hanno apprezzato.

Inoltre, nel VeganBlog ci sono numerose ricette con Basmati e radicchio, tutte in stile orientale, cosa che mi ha più o meno consolato ma che mi ha lasciato in bocca l’amaro di un piatto irrisolto.

Ma se il Buonessere mi consegnerà dell’altro Radicchio, ah, cari miei, non mi farò fregare di nuovo!

3 risposte a “Risotto Cantonata”

  1. Se posso permettermi un consiglio, usa il vialone nano per i risotti, ha un chicco piccolo piccolo che rende un casino! Se poi ti imbatti nel riso Venere…la fine del mondo!

    Il basmati è buono in insalata, e me piace anche brodoso…

    …meno male che ho già cenato va ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *