Fantasia di verzure

Ricomincio a cucinare con le verzure de Il Buonessere che sono sempre buone, quasi tutte di stagione e si prestano a numerose ricette.
Non serve essere scienziati della cucina per deliziarsi con un mix di carote, pomodori e zucchine: basta avere fame e giocare un po’ di fantasia.

In questi giorni sto giocando a “svuota il frigo dei suoi mostri”, e guarda caso avevo dei pomodorini che erano più di qua che di là, un po’ mollicci e rugosi.
Li ho sbollentati un minuto in acqua e ho tolto la pelle per poi saltarli in padella con un po’ di soffritto di carote, cipolla e sedano.
Una volta belli spappolati ho aggiunto zucchine tagliate a rondelle sottilissime e carote a tocchettini finissimi, per uniformare la cottura.
Poi mi piace dare un tocco fluorescente alle mie ricette spargendo un po’ di curcuma, che fa anche bene.
Nel frigo avevo anche pomodori secchi (fatti a striscioline e buttati subito in padella), olive e pure dei capperi: quante sorprese si possono trovare rovistando nel frigo?

Ed ecco pronto l’intruglio: come mangiare ora questa fantasia di verzure? Come sugo per la pasta, come piatto unico insieme a del riso lessato, come contorno freddo o caldo.

Insomma una bellezza, che richiede solo un po’ di creatività e di voglia di non sprecare cibi che sembrano un po’ andati ma che sono ancora commestibilissimi.

Bon appetit!

Una risposta a “Fantasia di verzure”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *