Orticello tenerello

Nell’orticello di Kika ci sono tante piccole nuove sorprese.
Fra l’organizzazione del MusiCamp, il lavoro, i gatti, sono riuscita comunque a trovarmi uno spazietto per travasare e seminare nuove piantine e per osservare l’incedere tenace di piccolissime vite.
La portulaca apre i suoi fiori solo al mattino, Audrey ha tirato fuori la linguetta biforcuta, l’erba gatta non sa cosa l’aspetta, cicorietta e insalatine aspettano solo di diventare croccantine.
<3
L’erba cipollina non si assomiglia ancora, perfino gli spinacini son già spuntati, mentre le ultime piante di pomodoro, poveracce, saranno presto matate.
Chissà se a questo giro riusciremo a mangiarci qualcosa?
Il ciclamino punta i suoi fiori zigrinati al cielo e l’aloe si fa strada con le sue spine fra i rametti delle piante vicine.
Nel sottobosco di un basilico smorto stanno crescendo nuove foglioline a forma di boccuccia, bacini verdi nel sole.
Se non penso ai pidocchi, forse loro non verranno. Lontano dai pensieri, lontano dalle foglie.

Grazie a Zappatore a Tokyo per i preziosi consigli sulla pacciamatura.

4 risposte a “Orticello tenerello”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *