Organizzare un evento green: il MusiCamp

Quest’anno, già impegnativo di suo, ho deciso di organizzare la seconda edizione del MusiCamp, un evento di cui vi ho già parlato (e al quale spero di incontrarvi tutti), che non solo riunisce musicisti, relatori, capoeristi e curiosi (qui il programma), ma vuole anche essere ecologico quanto più possibile.
DEVE esserlo, per vari motivi:
– perché non vale divertirsi senza essere responsabili
– perché ridurre le emissioni è a favore della nostra salute e di quella del pianeta
– perché anche la musica ha stretti legami con l’ecologia e la natura

Ciononostante tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, e tutte le belle idee che possono nascere non sempre sono facili da mettere in pratica.
Ma non mi scoraggio, e ora vi racconto com’è il MusiCamp 2011 e cosa vorrei che avesse in più nella sua terza edizione.

Il MusiCamp 2011:
MUSICA LOCALE: la maggior parte dei musicisti del MusiCamp proviene da Milano e dintorni
BIKE: una pista ciclabile e scomodi mezzi pubblici trasporteranno la maggior parte dei visitatori allo Spazio Aurora
CAR SHARING: MusiCamp promuove la mobilità sostenibile. Con un semplice documento online potrete offrire o trovare un passaggio in auto
RICICLO: il manifesto del MusiCamp è stato fabbricato con materiali di recupero, e dopo l’evento verrà destinato alla creazione di borse fatte a mano. Qui il video
SWAP-PARTY: dalle 16 alle 17 si potranno scambiare max 10 CD non masterizzati in buono stato (starà al proprietario valutarlo) e ascoltare un po’ di vecchia nuova musica
VEG: il menù del bar offre anche cibi vegani e vegetariani
SAVE the TREES: la mostra fotografica virtuale non prevede l’uso di carta e inchiostri e non sono state stampate locandine per l’evento. Tutta la comunicazione avviene in forma digitale. Il blog fa parte del circuito CO2 Neutral, iniziativa promossa da DoveConviene.it che compensa le emissioni prodotte da un blog in un anno piantando un albero nella piantagione di Göritz, presso Coswig in Germania.
COMPENSAZIONI: le emissioni di CO2 prodotte dal MusiCamp saranno compensate da Utilità Spa che finanzia il progetto di riforestazione Bonobo Peace Forest
MATER-BI: è ancora un’incognita. Sono in cerca sponsor che forniscano bicchieri e posate
ACQUA: incognita. Mi batterò per evitare le bottigliette e per promuovere le sane brocche coi bicchieri di vetro.

Come vorrei il MusiCamp 2012:
ECO-MUSIC: suoneranno anche musicisti che usano il corpo come cassa di risonanza (body percussion) o strumenti fatti di materiali di recupero (Capone & the BungtBangt, l’Artigiano del suono)
BIO e KM0: si mangerà cibo locale, biologico e principalmente vegetariano e vegano, si berrà Fair Trade
CASE HISTORY: inviteremo relatori che hanno organizzato o promosso altri eventi green (Edison, LifeGate)
ALLESTIMENTI: saranno costruite installazioni fatte di materiali di recupero
USA e RIUSA: venderemo tazze da usare e riusare per tutta la giornata e tenere come ricordo dell’evento
CICLOFFICINA: allestiremo una ciclofficina per chi verrà in bicicletta (assistenza, piccole riparazioni, training)
FAMIGLIE: organizzeremo piccoli laboratori di musica per i bambini
COMPENSAZIONI: le emissioni saranno compensate non in parte ma completamente!

…e molto,  molto altro ancora!

Ci vediamo il 10 settembre allo Spazio Aurora di Rozzano!
MusiCamp 2011 – musicampmilano.blogspot.com

Una risposta a “Organizzare un evento green: il MusiCamp”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *