Trucchi minerali cruelty-free

Tempo fa la gentile Katja mi ha inviato qualche campione di cosmetici da provare, sia per il mio progetto ecologico che per il #makeupcontest di Melly.

Ma MICA cosmetici qualunqui: per la precisione i trucchi minerali di www.mww4u.com.
La loro caratteristica principale è la totale naturalità degli ingredienti, che rende così i prodotti antiallergici, adatti a tutti i tipi di pelle e in più sono cruelty-free, non testati sugli animali bensì sugli umani.
I trucchi minerali sembrano perciò una delle alternative migliori alle grandi marche.

A provarli mi sono trovata bene. Ho mischiato i colori con un po’ d’acqua e li ho stesi con un pennellino sottile, e mi sono sentita come i pittori d’altri tempi, che tritavano i minerali e li univano all’olio di lino per farne i loro colori, e così, come se stessi indossando un gioiello, mi sono sentita impreziosita da questo make-up.
Un difetto? Sono molto evanescenti, perciò vanno usati con una base come il primer.

Inoltre c’è un ma. Anzi, più d’uno. Da dove provengono i minerali? Quanto costa al pianeta l’estrazione degli stessi? Quanto sono lontane le miniere da casa mia?

Così mi sono chiesta: come si truccavano le donne prima dell’avvento dei laboratori chimici, delle industrie cosmetiche, dell’esplosione dei media? Bastavano una riga di eye-liner, un po’ di mascara e un rossetto scarlatto? Usavano ingredienti casalinghi, naturali e semplici?

Per ora comunque non mi pongo il problema: ho ancora talmente tanti trucchi acquistati negli anni passati, da avere ancora riserve di face-style per altrettanto tempo a venire.
Un domani però potreste trovarmi china nelle praterie a cogliere piante dalle proprietà tintoree per farne intrugli di vari usi. Non prendetemi troppo in giro, ecco. :-)

8 risposte a “Trucchi minerali cruelty-free”

  1. Conosco bene e sono una felice cliente di Minerals Will Work 4 U. I minerali, è vero, sono evanescenti in quanto sotto forma di polvere libera. C’è da dire, però, che se applicati con pennelli compatti a lingua di gatto (dalle setole sintetiche così anche gli strumenti sono cruelty free, eh eh) o addirittura con i polpastrelli delle dita, depositando il pigmento (picchiettandolo leggermente sulla palpebra) hanno una resa e una durata migliore.
    Basta sostanzialmente prenderci un po’ la mano. Il bello del mineral make up è la sua versatilità. Queste polveri di colore puro si prestano ad essere applicate sia in versione asciutta che “wet” (come tu hai giustamente fatto per renderli più facilmente lavorabili), ma possono essere usati anche come ombretti, eyeliner, blush, mescolati al gloss sulle labbra e persino aggiunti allo smalto per unghie.
    Riguardo al fondo(tinta) minerale ci sarebbe un intero post da fare, ma basti sapere che garantisce una coprenza modulabile senza appesantire la pelle e ostruire i pori, aiuta la pelle grassa a riequilibrarsi e rimanere opaca, offre persino un ottimo filtro fisico per proteggere il viso dai raggi del sole.
    Insomma, è una concezione nuova di make up e cosmesi attenta alla natura: senza conservanti, parabeni, siliconi, derivati del petrolio, emulsionanti… con un prezzo competitivo e una libertà d’uso tutta da scoprire.
    Oltre a Truccominerale.it citato da Valentina (consigliatissimo) aggiungo http://www.mineralepuro.it/ nuova realtà italiana tutta al femminile a cui rivolgersi con fiducia. Se poi vorrai testare un trucco più “strong” e meno evanescente con i minerali sai dove trovarmi :) Un abbraccio!

  2. Ciao,
    per quanto riguarda i fondotinta, ciprie e blush, ci tengo a precisare che hanno una lunghissima durata e una luminosità impareggiabili. Sonoresistenti ad umidità e sudore.
    Buon trucco!

  3. ciao.
    io amo MWW4U, meno la Neve Cosmetics ( per questioni di marketing poco corretto nei confronti delle clienti, specie le più affezionate) che poi non è altro che l’ex rivenditore MWW4U in Italia. Katja è gentilissima, le spedizioni sono impeccabili, gli omaggi sempre abbondanti e i prodotti favolosi. io uso solo il minerale, salvo che per le matite e il mascara ( ma rimedierò) e solo prodotti cruelty free! il minerale da una coprenza discreta a livello di fondotinta e dei colori favolosi per occhi, guance e gloss! senza parlare dei bronzer! in più non è comedogeno. negli ultimi sei mesi, usando regolarmente minerale e prodotti bio ( o quasi ) i miei brufoli sono stati debellati e l mia pelle sembra ( anzi è ) decisamente più bella!!
    PS. grazie per l’impegno che metti nel curare questo sito, l’ho scoperto da poco ma già lo adoro :D )

  4. Convertita al minerale integrale, presente.
    Mi sono posta anche io a volte la domanda della provenienza. In realtà quando comincio a pormela in modo serrato, inorridisco perchè: da dove viene la farina con cui producono la pasta che compro (impossibile tracciarla)? Da dove viene la rosa rubiginosa che mettono nella mia crema? Da dove viene il cotone delle mie magliette?
    La risposta è sempre: boh.

    Per ora ho sospeso il giudizio, in attesa di avere un’idea illuminante.
    Essendo però una truccatrice appassionata, mi sa che al mineral non rinuncio! :D
    Se non altro dura una vita, tanto poco se ne usa…

Rispondi a MimiJoy Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *