Cose da fare, da pensare, da vivere

naturale

Sto pensando a un mucchio di cose da scrivere, ma per ognuna di queste il tempo non mi basta.

Per parlare di vacanze e viaggi devo prima fare una ricerca su chi, fra i couch surfers, vive sulle Cinque Terre.
In più devo ripescare il bloc notes su cui ho scritto tutti i punti del viaggiare sostenibile, estratti da un grazioso libro di 250 idee per viaggiare in modo ecologico.

Poi vi volevo raccontare di come è andata la Veggie Pride a Milano, e chiedervi se c’eravate anche voi (mi piacerebbe pescare le foto che un tot di tizi mi hanno scattato mentre reggevo uno striscione giallo.

E di riflettere con voi sulle mie crisi mistiche riguardo la memoria degli oggetti cari, la crescita delle piante, un nuovo rapporto con il cibo e con gli animali, una nuova percezione degli odori e dei sapori.

Ho un sacco di foto di ricette gustose da condividere e di cosmetici naturali da mostrarvi.

Insomma, ho tanto da dire e tantissime cose da fare.
Perciò, che dire, raccontatemi voi qualcosa! Un qualche vostro progresso nella vita verde, eh?
:-)

6 risposte a “Cose da fare, da pensare, da vivere”

  1. HO TROVATO I POSACENERI PORTATILI….COSì CI SARANNO MENO MOZZICONI DI SIGARETTA SPARSI IN GIRO! APPENA MI ARRIVANO LI DISTRIBUISCO TRA I FUMATORI CHE CONOSCO E POI VOGLIO AVVIARE UN PROGRAMMA NEL MIO COMUNE, X LA DISTRIBUZIONE DEI POSACENERI PORTATILI AI CITTADINI…CI PROVO! NON FUMATRICE FELICE…. ;-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *