GreenKika @VeganFest


Fino all’ultimo non sono stata sicura della mia presenza alla VeganFest, fiera expo del mondo ecologico e vegan, ancora in corso.
Sì, perché il viaggio è stato un’odissea, fondamentalmente per la mia imbranataggine. Dovevo prendere il treno per Camaiore venerdì sera, ma siccome non avevo comprato il biglietto in anticipo, ho trovato il tutto esaurito e così ho chiesto ospitalità per la notte ai miei amici Tatiana e Matteo, che sarebbero partiti la mattina dopo per la stessa destinazione.
Così sabato abbiamo fatto il viaggio insieme, rischiando di trovare un mondo di traffico, ma discutendo per un bel pezzo di vita ecologica, di idee e gente, finché non siamo arrivati alla sontuosa Villa Le Pianore dove si sta ancora svolgendo la (settima? ottava?) edizione dell’evento.
Sono stata la prima della giornata a parlare, uno speech di 15 minuti lunghissimi, di allappamento di fauci ed emozione, mani torte e pentimento per non aver preparato uno straccio di presentazione.
Ho raccontato tutto ciò che potevo del mio progetto, cercando di non dimenticare nulla, mostrando anche uno dei libri dei Troglodita Tribe (espositori alla VeganFest, che sono stata felicissima di incontrare e lodare), senza dimenticare gli episodi di ribellione dei miei gatti né la storiella della compostiera e i momenti di sconforto e di grande soddisfazione.

Pirla, pirla, pirla per non aver preparato una slideshow, mi ripeto. Tuttavia sono stata contenta perché la stanza era piena di gente, le domande (pochine, sì) non sono mancate, ho raccolto alcuni contatti in agenda, ho goduto di un evento di dimensioni piuttosto ridotte rispetto alle enormi e dispersive fiere di Milano ma molto interessante e carico di ottimismo e buone iniziative.

Come il tizio che coltiva la Canapa e la Stevia, un’alternativa naturale allo zucchero, o gli stessi Trogloditi, che tanto amo, che avevano in mostra una sfilza di veri e propri gioielli dell’editoria, libri con copertine di carta da parati, poesie da appendere, mappe tascabili dei diritti dei bambini e degli innamorati, manuali di vita vegana ed ecosostenibile.
O ancora gli Are Krishna, che distribuivano cibo nobilissimo e veganissimo fatto di stupende salse, verdure e couscous.
Il Dog Bar dava il benvenuto a tutti i cani, i banchetti di cibi e spezie stuzzicavano le papille, sorrisi attiravano altri sorrisi, poi c’erano workshop, mostre, un programma ricchissimo, profumi di natura e fiori e olii essenziali e stoffa e incensi e.

Peace & Love
Vale la pena essere a un evento del genere.
Grazie a VeganFest per avermi invitato a partecipare.

`Share the ideas you like`

2 thoughts on “GreenKika @VeganFest

  1. ma lo sai che c’ero anch’io? sono partita venerdì sera con un puzzolentissimo treno regionale (lo stesso che prendo da 4 anni).
    sulla stevia ci ho fatto anche un pensiero, però avevo paura che il ritorno in treno la spaventasse. mi sa che mi informo e vedo se vendono i semi da qualche parte.
    comunque sì, interessante, a parte qualcosa un po’ sopra le righe.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>