Questa to-do-list, s’ha da to-do


Allora, la vita scorre veloce e io vorrei poter non dormire mai per fare tutto ciò che vorrei. Purtroppo non sono io che decido, perciò ecco che ho scritto una to-do-list per non dimenticarmi nulla, e che è ovviamente in progress: i vostri suggerimenti nei commenti per ulteriori punti e spunti saranno per me molto importanti.

Grazie per l’attenzione.

Ecco le prossime cose da fare:

  • Aspettare trepidante i due libri dei Troglodita Tribe, Facile Felice Frugale e Farsi un libro con gli scarti [sono arrivati!!], e intervistare questa coppia così stilosa, tanto quanto l’Artigiano del Suono e compagna, i mitici intagliatori di zucche
  • Contattare le parrucchiere ecologiche di Giovane Arrogante per un’intervista e, magari, una seduta
  • Aiutare mia mamma a barattare una bilancia pesapersone su Zero Relativo, conosciuto tramite Idee Tascabili
  • Mostrarvi tutti gli oggetti ricevuti finora barattando con le mie amiche le 15 MeLuna arrivate in regalo qualche tempo fa
  • Sperimentare la ricetta dei biscotti vegani di Labnaeccola
  • Dirvi la mia sull’evento AquaCamp, parte del progetto di Aquafresh “Chiudi il rubinetto”
  • Raccontare ai vegetariani e vegani presenti e futuri di questo splendido testo che Giovane Arrogante mi ha girato e che si intitola Come difendersi dai carnivori. A parole, ovviamente
  • Ricordarvi che sarò alla Veganfest (Camaiore) sabato 23 aprile alle 11.
    Voi ci sarete?
  • Pensare alla componente green del MusiCamp 2011 (qui una bella discussione su friendfeed)
  • Farmi invitare a cena in uno dei ristoranti della guida Il Mangelo per poter scrivere anche io una piccola recensione ;-)
  • Supportare (per chi non sopporta di stare senza carne) il Meat Free Monday, a cui perfino Paul McCartney vi invita!
  • Rinnovare l’appello, la piccola richiesta di aiuto per chi tra voi ama le lingue straniere (inglese e francese e, volendo, anche spagnolo) e ha voglia di tradurre uno o più dei post/pagine statiche di questo blog, barattati ovviamente con una cena, un sorriso, o quant’altro
  • Cercare info sull’amore ecologico: frustini costruiti con materiali di riciclo, vibratori a energia solare, ortaggi di stagione all’uopo (concedetemi la cit.)
  • Contattare chi mi possa “affittare” un pannello solare (recuperare le preziose chiacchiere con [email protected]) – [edit] pare che come “singola” un pannello non sia l’idea adatta. piuttosto un kit.
  • Andare a fare il percorso Dialogo nel buio
  • Decidere il menù vegano di domani sera, come ogni mese a casa di Vanessa[voilà il sugo infedele]
  • Fare una gita all’inceneritore Silla, vicino al quale ho vissuto 15 anni e che già visitai in terza media senza capirci una mazza
  • Ricordarvi di oliare le catene e gonfiare le gomme per la 25° edizione di Bicinfesta di Primavera, a Milano e ovunque abbiate voglia di pedalare! [ecco il post]

Questo e molto altro ancora, ma non voglio tediarvi oltre.
Questo, soprattutto, per farvi sapere che nonostante i discreti alti e i bassissimi bassi, sono sempre qui che mi arrabatto e mi confronto con voi e ci provo un certo gusto!

Foto: Manuel Guastella / Nuk Agency

4 risposte a “Questa to-do-list, s’ha da to-do”

  1. non so quale consigliarti per prima, ma il titolo del post è troppo bello!
    anzi, visto che sono amante di bici ed altre eprdite di tempo, ti consiglio prima di tutto di oliare le catene e gonfiare le gomme (a 8 per bici da corsa e 3 per mountain bike)
    a presto!

  2. Ho appena scoperto il tuo blog e la tua impresa, complimenti per l’iniziativa! Ti verrò sicuramente a trovare per prendere spunti e “copiare” le tue ricette.
    La lista delle tue cose da fare è talmente lunga che sono in imbarazzo nell’aggiungerti un’ulteriore attività!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *