Pulizie di primavera, comincio dalla luce #1

Quando spunta un bel sole primaverile, la domenica è bello mettere un po’ in ordine casa, dopo un bel giro in bici e un pranzo luculliano (vegano).
Da cosa si comincia in genere, per le pulizie di primavera?
Ma dai vetri, naturalmente, per far entrare più luce in casa anche verso sera, ora che le giornate si allungano.
Lavare vetri e tende è una rottura di palle, ma che soddisfazione, alla fine!
Allora procuriamoci una bella dose di aceto bianco e rimbocchiamoci le maniche!

Già in passato vi avevo parlato dei tre spray per igienizzare, deodorare, pulire, in uno il bicarbonato (che ho deciso in seguito di non usare più), nell’altro olii essenziali e nell’ultimo l’aceto bianco. Quello di cui vi parlerò oggi è il più semplicissimo ed economico in assoluto.

Mentre le tende girano nella lavatrice, riempiamo un flacone spray con una soluzione di aceto e acqua in parti uguali e spruzziamo.
Io lascio agire un paio di minuti, poi appallottolo un po’ di carta di giornale con cui prima distribuisco il prodotto e strofino un po’, e poi asciugo, una pallottola per mano, all’esterno in senso orizzontale e all’interno in verticale, per individuare meglio gli eventuali aloni da rimuovere.

L’aceto è leggermente acido e anche anticalcare, sgrassa le superfici perfettamente e non inquina.
È un rimedio della nonna, con cui si risparmia e si pulisce perfettamente, e l’aceto è adatto per pulire tutta la casa! Inoltre l’odore evapora in fretta, perciò non ci sono scuse ;-)

Ora però son già stufa. Qual è il prossimo step? ;-)

4 risposte a “Pulizie di primavera, comincio dalla luce #1”

  1. anch’io ho cominciato a usare l’aceto per pulire!! tipo 2 giorni fa! un piccolo passo per l’umanità, ma per me è stato un successone: funziona bene e mi sono sentita un’idiota per tutti i prodotti chimici inutili che ho comprato fino a adesso…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *