Una cena vegana a casa tua

Una volta al mese io e Vanessa ci troviamo a casa sua per cenare vegano e scambiarci doni fatti a mano.
Di solito arrivo col mio sacchetto di verdure e condimenti, mentre lei mette il vino (questa volta dell’Oltrepò) e la manodopera. :-)
Così oggi il menù prevedeva: orecchiette coi broccoli e radicchio con uva passa.
Del primo, molti lamenteranno l’assenza delle acciughe: poco male, abbondate con aglio e peperoncino e non ne sentirete la mancanza. Se qualcuno conosce un sostituto vegano delle acciughe, però, si palesi! :-)
Invece il radicchio alla piastra, così amaro una volta cotto, si combina alla perfezione con l’uva passa dolce dolce.
Ecco i procedimenti, davvero semplici.

Orecchiette coi broccoli
Ingredienti: orecchiette, broccoli, olio d’oliva, un paio di spicchi d’aglio, peperoncino, sale.

Mentre l’acqua bolle, mettete in una padella l’olio e l’aglio, e togliete gli spicchi prima che si colorino. Poi dividete i broccoli in tocchi di media grandezza, fateli saltare, aggiungete acqua e coprite. L’acqua non deve lessare le verdure, ma soltanto impedire che si secchino, perciò usatela solo per coprire un po’ il fondo della padella, e aggiungetene ogni tanto finché non saranno cotti.
Cuocete le orecchiette (un metodo suggerito da Senza Sicura noto Sheldon vuole che si spenga il fuoco appena l’acqua bolle, e che si lasci la pasta a cuocere senza fiamma: ci vuole qualche minuto in più ma la pasta sembra mantenere maggiormente le sue proprietà nutritive) e poi saltate tutto insieme nella stessa padella, magari aggiungendo un filo d’olio crudo e abbondante peperoncino.

Radicchio e uva passa
Ingredienti: radicchio e uva passa

Su una piastra posizionate il radicchio tagliato a spicchi longitudinali senza asportare il fondo in modo da non far scomporre tutte le foglie. Fate cuocere girando di tanto in tanto senza aggiungere olio. Verso la fine della cottura, cospargete il radicchio di una manciata di uvetta (rinvenuta in acqua tiepida per dieci minuti), fate cuocere ancora per un paio di minuti e servite. Il dolce e l’amaro si sposano perfettamente.

Semplice, no? Gustoso, anche. :-)
Per la cronaca: accetto inviti a cena (cucineremo insieme) o autoinviti a casa mia per conoscere insieme la cucina vegana.
Bon appetit!

6 risposte a “Una cena vegana a casa tua”

  1. Al posto delle acciughe ci stanno benissimo i capperi sotto sale, ben tritati, e fatti saltare un secondo con olio aglio e peperoncino. provare per credere… ;-)

  2. Beh io come sostituto acciughe metterei del miso mentre fai saltare la pasta, giusto per scioglierlo nel sughetto dell’acqua di cottura che rilascia i broccoli….da provare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *