Una domanda e un sogno (Buon Natale!)

Buon Natale, buon Natale!
In questi giorni che precedono la partenza del progetto, incappare nel Natale mi è stato utile. Ancora inesperta e ritardataria, ho sfornato mucchi di biscotti (alcuni buoni, altri meno), sbizzarrendomi con glasse, formine e pacchetti, per regalarli ai più, divertendomi e risparmiando.

Per gli affetti più stretti ho scelto di fabbricare a mano dei qualcosa. Non li elencherò perché non li ho consegnati ancora tutti, ma mi rendo conto di dover affinare la mia manualità. Insomma, carina l’idea del quadretto dipinto con vecchie spezie, ma il genere naif ha fatto ridere perfino me, che sono molto permalosa sulle mie arti.

Comunque nel frattempo ho sgrovigliato numerosi pensieri sul Natale, come la solidarietà e la sobrietà, il vegetarismo, i regali giusti e lo swap dei doni.

Al pranzo con tutto il parentado ho lasciato intatto un piatto di ravioli di carne, non senza un bel magone, perché essendo l’unica vegetariana (da neanche un anno, peraltro) son stata semplicemente bypassata. Niente di grave, davvero. Infatti ho trascorso uno splendido Natale, come spero anche voi. Declamando una poesia del Foscolo in piedi su una sedia, complice lo spumantino, ridendo con le cugine e coccolando una nuova parente di appena un anno e mezzo di età, gustando ricette e golosità di vario genere. E sono stata felice.

Insomma, come ben sappiamo non è necessaria la corsa ai regali o ai piatti più sontuosi. Basta volersi bene, sul serio! e avere piacere a stare insieme e dedicarsi del tempo l’un l’altro, anche se solo una volta l’anno, anche solo con il pensiero.

Perciò non mi resta che augurarvi ancora una volta un felice Natale, lasciandovi con una domanda e un sogno:
– quanto è stato equo ed ecologico il vostro cenone/pranzone natalizio?
– mi andrebbe di organizzare un mega Swap Party nel giorno della Befana per barattare i regali “non voluti”, porelli

Auguri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *